Radio Stria ~ La Radio Eretica
113 subscribers
21 photos
96 videos
20 files
369 links
Progetto radiofonico pensato per valorizzare e collegare esperienze multiformi antiautoritarie ed audioribelli.

https://radiostria.tracciabi.li

@RadioStria

Contatti: @RadioStria_bot
Mail radiostria@tracciabi.li
Download Telegram
to view and join the conversation
La memoria storica non si cancella:

25 anni di CSOA il Molino a Lugano, almeno 50 anni di rivendicazioni per uno spazio autogestito in Ticino. Una storia infinta. La memoria è un ingranaggio collettivo, per questo vogliamo proporre un racconto a più voci e appassionato. Un modo per riflettere su quello che siamo e su quello che vogliamo diventare, per risalire il fiume del tempo, per socializzare la nostra storia con occhio critico e per costruire narrazioni che possano innescare un conflitto sociale.

Chi parla lo fa a titolo personale, non è una presa di posizione dell’assemblea. Gli episodi escono di martedì e sono disponibili sul sito del Molino e sulle principali piattaforme di podcast.

Macerie è fatto da Olmo, Cy, Gerard, Paco, Esteban, Mattia e tutte e tutti coloro che hanno portato contributi e condiviso la propria storia. Le musiche sono di Victor Hugo Fumagalli, Artemondi e Incompetech. La grafica è curata da Complice Press, il supporto produttivo è assicurato dall’Associazione REC. Gli estratti audio provengono dall’archivio storico del CSOA il Molino.

Se vuoi aggiungere qualcosa o dire la tua su questa storia scrivi a macerie@inventati.org.

#autogestione #macerie

https://www.spreaker.com/show/macerie
Macerie ~ Episodio 2 ~ Dai Molini al Molino

https://www.spreaker.com/user/olmo/molini-molino

Il momento più sorprendente di una rivoluzione è l’insurrezione: nei primi mesi l’occupazione dei Molini Bernasconi di Viganello richiama migliaia di persone e diventa un incredibile laboratorio sociale e culturale. Ma la realtà autogestita si trova presto a doversi confrontare con il contesto che la circonda: i rapporti con alcuni abitanti del quartiere, infastiditi dal trambusto generato e con le istituzioni, che faticano a comprendere questa realtà, non sono sempre facili. Internamente, nelle partecipatissime assemblee, non è facile tenere insieme le differenti anime che compongono i “Molini”, un esercizio che richiede un grande sforzo politico e umano. Nello stabile occupato si sta cercando di costruire un’alternativa radicale, di realizzare un sogno, confrontandosi con tutte le difficoltà e le contraddizioni che questo, inevitabilmente, comporta.
Hai dei commenti o suggerimenti per la radio?

Vuoi contribuire alla creazione di una trasmissione?

Hai del materiale da condividere con noi?

Ora puoi contattarci facilmente scrivendo a :

@RadioStria_bot (clicca e si aprirà il bot, poi premi "avvia" e scrivici )

oppure tramite email:
radiostria@tracciabi.li

Un amministratore della pagina si metterà in contatto con te al più presto!

#radiostria #bot
Ya se puede ver, escuchar y descargar en todas las plataformas...
https://www.youtube.com/watch?v=ffd3SHt_P3s
Se agradece la difusión.

7 meses de trabajo intenso, 1 film que contiene 17 tracks audiovisuales a puro boombap en andaluz y francés, pasen y vean y denle amor, sAlud!!! Gracias @toro_zentao por confiar en mi trabajo.

Producido en @TALLER513 por Deofi Prod. (2021)
Download https://bit.ly/toromp3 (MP3) https://bit.ly/torowav (WAV)
Spotify: https://bit.ly/torozentaospotify
Bandcamp: https://bit.ly/torezentaobandcamp
Donar/Support http://bit.ly/deofipaypal

#musica #autoproduzioni
Forwarded from Autogestione Ticino
Media is too big
VIEW IN TELEGRAM
MACERIE

È uscita martedì la seconda puntata di Macerie, racconto a più voci che ripercorre la storia dell’ex-Macello, dalla sua fondazione fino a giungere alla demolizione. Ce ne parla in dettaglio Olmo Cerri, autore di questa serie podcast che si rivolge non solo a chi ha partecipato all’esperienza dei Molini, ma alla popolazione tutta. Perché i Molini e l’autogestione sono un pezzetto di storia di Lugano e del Cantone.

Gli episodi escono di martedì e sono disponibili sul sito del Molino e sulle principali piattaforme di podcast. Si possono trovare anche su naufraghi.ch e in loop su Radio Carona Skonvolt e Radio Gwen.

Ascolta il podcast su:
https://www.spreaker.com/show/macerie
https://inventati.org/molino/macerie

Fonte: Cult+, RSI
Forwarded from NEO | ONE
Media is too big
VIEW IN TELEGRAM
Titolo e canale a parte, il messaggio di un portuale che dimostra che rivela (forse anche troppo) la strategia della resistenza nei porti d'Italia e presto d'Europa.
I film audaci e psichedelici di Alejandro Jodorowsky dei primi anni '70, 'El Topo' e 'La montagna sacra', hanno cementato il suo status di Padrino del film di mezzanotte. Nel 1974, iniziò a lavorare al suo prossimo film, forse il più ambizioso mai tentato. Nell'era precedente alla Guerra Stellare, l'adattamento di Jodorowsky del classico romanzo di fantascienza di Frank Herbert, DUNE, era pronto a cambiare il cinema per sempre. Il suo DUNE avrebbe avuto come protagonista Brontis Jodorowsky, il figlio dodicenne di Alejandro, insieme a Orson Welles, Mick Jagger, David Carradine e persino Salvador Dali. Il team di artisti visivi riuniti erano alcuni dei talenti più provocatori dell'epoca, tra cui H.R. Giger, Chris Foss e Jean 'Moebius' Giraud. Gli effetti speciali innovativi erano sotto il controllo di Dan O'Bannon e la colonna sonora sarebbe stata creata dai Pink Floyd e dai maestri del prog-rock francese, Magma.
Per due anni, Jodorowsky e la sua squadra di "guerrieri spirituali" hanno lavorato notte e giorno all'enorme compito di creare il favoloso mondo di DUNE. Per assicurarsi i finanziamenti necessari a Hollywood, hanno creato più di 3.000 storyboard, numerosi dipinti, costumi incredibili e una sceneggiatura oltraggiosa, commovente e potente. Nelle parole del produttore di Jodorowsky, Michel Seydoux, "Avrebbe dovuto essere sufficiente. Ma non lo è stato". Attraverso conversazioni intime e oneste con Jodorowsky, filmate nell'arco di tre anni, più interviste con leggende e luminari tra cui H.R. Giger (artista, ALIEN), Gary Kurtz (produttore, STAR WARS) e Nicolas Winding Refn (regista, DRIVE e THE NEON DEMON), oltre a realizzazioni mai viste prima della sconvolgente space opera psichedelica di Jodorowsky, il film del regista Pavich porta finalmente alla luce la saga completa de 'IL PIÙ GRANDE FILM MAI FATTO'.

https://peertube.uno/videos/watch/4649c0d6-6dae-404c-a1d7-62f4b2532217
Out soon on INSOMNIA ISTERICA /// L'è Tütt Folklor Records DIY and Oss DaMord the new solo project of Giulio Huere !

https://folklorrecords.bandcamp.com/album/andr-sempre-peggio